Gruppo Timidezza Imbarazzo VergognaPresso lo studio di Roma del Dr. Vadalà si organizzano incontri di gruppo (massimo 8 persone) per la gestione e il superamento delle problematiche relative alla timidezza, imbarazzo, vergogna.

Dopo uno o due incontri personali, la persona viene progressivamente inserita nel gruppo e si procede ad una serie di incontri conoscitivi ed esplorativi, con tutta la cautela che questo tipo di problematiche richiedono.

Lo scopo è quello di mettere la persona a suo agio nell'esporre il proprio pensiero, affrontare lo sguardo, sostenere le proprie emozioni ed esprimere in modo adeguato il timore e l'incertezza presenti nello scambio relazionale.

Gli incontri, a seconda dei gruppi, possono essere a cadenza settimanale o quindicinale.

Il gruppo non è un servizio gratuito (vedi l'onorario relativo ai gruppi) e viene avviato al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti prenotati (almeno quattro persone).

Si può contattare il Dr. Vadalà per maggiori informazioni e prenotazioni andando in questa pagina.

E' possibile richiedere al Dr. Giuseppe Vadalà una consulenza a distanza.

Il Dr. Vadalà segue le raccomandazioni del CNOP (Ordine Nazionale Psicologi) sulle prestazioni psicologiche attraverso tecnologie di comunicazione a distanza.

L'incontro verrà effettuato tramite il programma Skype, che permette sia lo scambio via Chat, sia l'audio-video.

Quando è indicato

La consulenza psicologica a distanza può essere utile quando si è impossibilitati a muoversi dalla propria abitazione (per limiti fisici o psicologici), quando si è all'estero e non si trova localmente un consulente psicologo di fiducia o quando si ha un forte disagio in termini di timidezza e fobia sociale.

Il mezzo informativo può essere quindi un valido mezzo sia come fase iniziale di un percorso che poi si sviluppa in modo tradizionale, vis à vis, sia come percorso in sé, quando vi sono le condizioni per poter seguire la situazione oggetto di richiesta anche solamente attraverso un rapporto a distanza.

Limiti

Attualmente non è possibile utilizzare questa forma di consulenza per vere e proprie sedute di psicoterapia. La consulenza psicologica, per problemi specifici e brevi periodi di lavoro, viene invece praticata in numerosi paesi a livello internazionale e anche in Italia si stanno approfondendo gli studi su questa opportunità.

Occorre comunque tenere presente che sulla possibilità di effettuare una corretta diagnosi psicologica a distanza, importante passo iniziale di qualsiasi trattamento, i pareri sono discordi e pertanto l'uso della consulenza psicologica a distanza andrebbe limitato ai casi meno severi e in particolar modo a tutte quelle richieste dove, nella consulenza, gioca un ruolo fondamentale il processo psicoeducativo, l'ascolto, l'approfondimento dei vissuti e l'insegnamento delle strategie di adattamento e risoluzione del disagio psicologico.

Mezzi in uso e precauzioni

Il mezzo tecnologico richiede una certa competenza nell'uso dei programmi da utilizzare per la consulenza psicologica e deve essere data particolare importanza alla sicurezza informatica, proteggendo il sistema utilizzato (pc o altri dispositivi) rispetto all'eventualità di accessi non autorizzati. Devono essere inoltre prese delle precauzioni per la riservatezza della privacy, avendo cura di preparare un ambiente consono, come in genere accade all'interno di uno studio psicologico.

Modalità di svolgimento

Il richiedente deve contattare il Dr. Giuseppe Vadalà inviando una email contenente la richiesta e i dati personali (nome e cognome, indirizzo completo, codice fiscale, indirizzo email personale).

Il Dr. Vadalà, analizzata la richiesta, potrà rispondere via email allegando un documento da compilare, per assolvere all'autorizzazione al trattamento dei dati. Verrà anche fornita ampia informazione sulle modalità di pagamento dell'incontro in audio-video. Il pagamento dovrà essere effettuato prima dell'incontro stesso.

Dopo il pagamento sarà possibile fissare la data e l'orario in cui si svolgerà l'incontro di consulenza psicologica.

Per contattare il Dr. Giuseppe Vadalà è possibile utilizzare la pagina dei contatti, mentre per conoscere il costo della consulenza psicologica si può andare nella pagina dell'onorario.

 

Lo psicologo è il professionista che offre le sue conoscenze a salvaguardia della salute mentale e del benessere psicologico. E' molto importante, durante l'arco della propria vita, raggiungere un grado di equilibrio e maturità psicologici sufficienti per potersi realizzare e sentirsi sereni. Lo psicologo aiuta a raggiungere e mantenere questo importante obbiettivo. Lo psicologo ha un ampio raggio d'azione, può occuparsi anche della psicologia del lavoro, dello sviluppo, dello sport, di psicologia giuridica, ecc. In questo contesto parleremo esclusivamente dell'area di psicologia clinica e della salutogenesi, cioè, rispettivamente, del contrasto al disagio psicologico (o disturbo psichico) e dello sviluppo e mantenimento della salute mentale.

Tre ambiti di intervento

E' possibile farsi aiutare dallo psicologo in almeno tre ambiti: Crescita psicologica Mantenimento e sviluppo delle capacità psicologiche Contrasto al disagio o al disturbo psicologico Vediamo brevemente di cosa si tratta e poi rispondiamo ad alcune frequenti domande.

1. Crescita psicologica

La maturità psicologica è un bene prezioso. Permette di essere e sentirsi adeguati, sufficientemente consapevoli dei propri limiti e potenzialità, e abili nel comprendere l'ambiente che ci circonda, in tutte le sfumature. La maturità psicologica è quindi uno stato che aumenta considerevolmente le probabilità di realizzarsi secondo i propri desideri e aspettative, perché si è capaci di modificarsi a seconda delle situazioni pur rispettando la propria individualità e la propria indole. Le scelte effettuate con maturità psicologica si rivelano spesso proficue, così come le valutazioni sugli imprevisti e sugli ostacoli diventano spunti di riflessione e miglioramento. Per arrivare alla migliore condizione di maturità psicologica occorre salvaguardare il proprio stato mentale durante la crescita, cercando di favorire quelle situazioni che possono ampliare la capacità di cambiare ottica, di percepire al meglio le sensazioni, i pensieri e le emozioni. Gli accadimenti esterni e il rapporto che ogni persona ha con se stessa devono concorrere nello sviluppo e forgiatura del carattere, della personalità e della filosofia di vita. Tutto ciò si concretizza nel pieno raggiungimento della maturità psicologica. In questo ambito il suggerimento è quello di rivolgersi allo psicologo sin dalla giovane età (adolescenza o prima età adulta per esempio), indipendentemente da disagi o particolari crisi problematiche. Sarà possibile, in tal modo, seguire nel tempo lo sviluppo della personalità, aiutando l'individuo a "prendere" dall'ambiente e da se stesso le migliori risorse. In questo contesto il rapporto con lo psicologo può essere saltuario. Un incontro ogni due o tre mesi, qualche ciclo di incontri se necessario e mirati a singoli aspetti, sono la norma per la maggior parte delle persone. Uno degli indiscutibili vantaggi è quello che, qualora situazioni particolari mettano a dura prova la psiche, la presenza di un professionista che conosce perfettamente la storia personale dell'individuo può garantire la massima efficacia degli interventi di ripristino dell'equilibrio psicologico e della serenità mentale.

2. Mantenimento e sviluppo delle capacità psicologiche

La salute mentale e il benessere psicologico non sono elementi statici. E' sempre necessario modulare le proprie azioni e i pensieri orientandoli verso il raggiungimento di situazioni appaganti. E' quindi molto importante conoscere in quale modo un individuo può migliorare e ottimizzare questo movimento verso il benessere. Lo psicologo si pone in questo caso come un allenatore che aiuta l'individuo a sviluppare un bagaglio maggiore di risorse, sia relazionali sia interiori, tali da poter assicurare in ogni momento un adattamento migliore così come una migliore capacità di percepire gli aspetti positivi delle situazioni. Oltre a questo lo psicologo in questo ambito aiuta l'individuo a sviluppare le proprie potenzialità, anche a livello creativo oltre che riproduttivo, per raggiungere mete più gratificanti e rinnovare le condizioni psicologiche, rivitalizzando l'interesse, la curiosità e la "sfida" verso il raggiungimento degli obbiettivi. Per questo ambito lo psicologo deve poter approfondire la conoscenza della personalità e della storia personale dell'individuo, al fine di impostare il migliore programma di sviluppo psicologico. Spesso è possibile seguire, tramite piccoli gruppi, dei percorsi mirati allo sviluppo di maggiori competenze psicologiche, utili sia in ambito lavorativo che ricreativo o più prettamente personale.

3. Contrasto al disagio o al disturbo psicologico

Ogni persona può trovarsi di fronte a situazioni che procurano disagio psicologico. Oltre alle naturali e personali risorse, che permettono di far fronte allo stress e adottare le migliori reazioni possibili, è a volte necessario ricorrere all'aiuto dello Psicologo. Per sintomi non troppo invalidanti e in presenza di una personalità sana, lo Psicologo potrà tramite consulenze psicologiche aiutare la persona a mettere chiarezza fuori e dentro di sé, stimolando il comportamento adattivo ottimale e sostenendo l'individuo nell'impatto con le fonti di stress, di confusione e di conflitto. Nei casi in cui la situazione è più problematica, le risorse psicologiche meno disponibili, siamo in presenza di una situazione molto delicata e lo psicologo, se abilitato all'esercizio della Psicoterapia, può avviare un percorso di psicoterapia. Servirà per irrobustire la personalità, stimolare l'equilibrio psicologico, assumere nuovi atteggiamenti in conseguenza a nuove percezioni di sé e dell'ambiente. L'obbiettivo sarà quindi sia quello di superare il disagio che l'individuo sta attraversando, sia quello di "regolare" in modo più stabile la tendenza a sentirsi feriti, non adeguati, non autentici, sommersi da emozioni negative o da pensieri asfissianti. E' sempre bene porre attenzione al fatto che in questi casi il professionista deve essere formato con una specializzazione in psicoterapia, oltre alla laurea in psicologia o in medicina.

Rispondo ad alcune domande.

  • D: E' necessario andare dallo psicologo?
  • R: Per certi versi la risposta è sì. Almeno lo è nella misura in cui diamo per scontato che nella vita si vada periodicamente dal medico o dal barbiere (o parrucchiere). Andare intanto dallo Psicologo, per conoscerlo e farsi conoscere, avviare un rapporto che in futuro può essere utile (a volte necessario), è quasi un investimento sulla salute ed è da consigliarsi. Se, nel prossimo futuro, vi sarà l'istituzione della figura dello Psicologo di Base, quanto detto sarà ampiamente confermato e palese. Nell'attesa, seppure privatamente, a mio avviso è fortemente indicato avere uno psicologo di fiducia. Resta sempre la più ampia libertà di rivolgersi al proprio psicologo nei momenti e nei modi che si ritiene siano ottimali. Qualcuno vorrà fare dei controlli semestrali, altri dei piccoli cicli di incontri su specifici argomenti, altri ancora concorderanno un percorso più strutturato per migliorarsi o ritrovare il proprio equilibrio. E' anche possibile usufruire delle tecniche di rilassamento psicofisico, per abbassare periodicamente i livelli di stress. Lo scopo è sempre lo stesso: assicurare alla propria organizzazione mentale, come lo si fa per il corpo, la migliore assistenza, prevenzione e cura, per essere liberi di affrontare la vita con entusiasmo, fiducia e serenità.

Rivolgendosi allo studio di psicologia del Dr. Giuseppe Vadalà è possibile ottenere appuntamenti per una serie di prestazioni.

Si può approfondire questa pagina relativamente alla figura dello Psicologo di fiducia, ossia alla possibilità di iniziare un rapporto con un professionista psicologo che segua, anche saltuariamente, lo sviluppo del benessere psicologico del cliente.

E' possibile poi sostenere cicli di incontri mirati alla soluzione di problematiche che richiedano la consulenza psicologica (counseling psicologico).

Il Dr. Vadalà organizza anche incontri di gruppo sul tema "Timidezza, imbarazzo e vergogna".

Quando è opportuno, dopo un'attenta fase di diagnosi psicologica, è possibile iniziare un percorso di psicoterapia, volto alla riduzione ed eliminazione del disagio psicologico presente nel disturbo psicologico diagnosticato.

Le attività di consulenza e psicoterapia sono rivolte ad adulti (dalla tardo-adolescenza in poi) sia in forma individuale che attraverso lo svolgimento di piccoli gruppi (massimo 8 persone).

Per avere maggiori informazioni si può consultare la pagina "Come farsi aiutare dallo psicologo".

Per informazioni su come contattare lo studio di psicologia del Dr. Giuseppe Vadalà si può seguire quanto riportato in questa pagina.

Psicoterapia Dr. Giuseppe VadalàLa psicoterapia ha l'obbiettivo di aiutare il paziente a superare l'immaturità psicologica, guidandolo verso la piena maturità e gestione equilibrata. Affronta i disturbi psichici che, in modo più o meno evidente, limitano la libertà della persona, peggiorando e talvolta annullando il senso di vitalità, l'autenticità e la piena realizzazione di se stessi.

Un percorso psicoterapeutico può essere relativamente breve (6 mesi/1 anno) ma anche abbastanza lungo (2/5 anni o più), ciò dipende da molti fattori, su cui spesso neanche gli addetti ai lavori si trovano in accordo.

In genere ogni psicoterapeuta, a seconda della formazione, delle tecniche apprese e delle preferenze, indica il tipo di metodo usato per affrontare una determinata situazione psicopatologica e, nei limiti del possibile, può anche indicare la durata del percorso terapeutico.

E' comunque una indicazione di massima, poiché è difficile prevedere, soprattutto all'inizio, la velocità con cui il paziente metterà in gioco "le sue carte", la rapidità con cui farà breccia nella sua psicologia e approfondirà, assieme al terapeuta, le cause e i risvolti che tengono attive le situazioni problematiche.

Inoltre non è facile prevedere eventuali ricadute, periodi di stasi dovuti anche a contingenze esterne o alla complessità dei conflitti, ecc.

Se non è quindi prevedibile con certezza la fine di un percorso psicoterapeutico è comunque importante sottolineare che i benefici si vedono relativamente presto e ad un certo punto la terapia serve soprattutto a verificare la bontà del lavoro svolto, la stabilità dell'equilibrio raggiunto e lo sviluppo delle potenzialità della persona.

L'approccio integrato, tagliato su misura per lo specifico paziente e sempre più seguito da studiosi e professionisti, permette di modulare il setting e le tecniche in base alla situazione clinica, all'andamento del processo terapeutico e al continuo feedback portato dal paziente.