Stampa
Visite: 14230

Lo psicologo e le altre figure professionaliFigura professionale riconosciuta dallo Stato con l'istituzione dell'Albo degli psicologi e la costituzione di un Ordine, lo psicologo è professionalmente abilitato circa "...l'uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità", come pure "le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito." (tratto dall'articolo 1 della legge di ordinamento della professione psicologo - legge n. 56/89).

Lo psicologo non lavora esclusivamente in ambito clinico e il suo campo di impiego può spaziare in ampi settori, dal lavoro alla comunità, alla ricerca, all'insegnamento, ecc. Lo psicologo è tenuto a rispettare le norme e i principi espressi nel Codice Deontologico, con la sola laurea dopo il corso di studi quinquennale, non è ancora abilitato all'esercizio della psicoterapia. Se si ha bisogno di intraprendere una psicoterapia è quindi molto importante assicurarsi che lo Psicologo abbia ricevuto l'autorizzazione all'esercizio della Psicoterapia (nell'Albo appare questa segnalazione).

Con la nuova normativa (L.170 dell'11 luglio 2003) è stata introdotta la figura del dottore in scienze psicologiche, di durata triennale, che permette l'iscrizione ad una sezione apposita dell'Albo degli psicologi (sezione B). Il dottore triennalista non può svolgere attività psicoterapeutica e per attività complesse si deve appoggiare ad uno Psicologo iscritto nella sezione A dell'Albo.

Oggi c'è una confusione notevole riguardo ai confini da assegnare all'intervento dello Psicologo, al suo campo di azione naturale. Stanno nascendo figure, a volte ambigue e poco definite, che sembrano sovrapporsi al ruolo che lo Psicologo può svolgere con maggiore cognizione di causa e con una formazione adeguata.

Per la valutazione e la cura del comportamento psichico è consigliabile affidarsi a professionisti che, entro i confini della scientificità del loro sapere, possano garantire una serietà e una affidabilità maggiori rispetto alle proposte, spesso illusorie e autoreferenziali, che vengono pubblicizzate da persone o società che si pongono al limite della legalità.

...e le altre professioni

Il medico di famiglia, il sacerdote, il counselor, il coach, il maestro di yoga, l'astrologo, il medium, il mago, il filosofo, il personal trainer, e altre figure che si occupano di individui a vario titolo, non hanno né la competenza né l'autorizzazione a seguire con terapie psichiche le persone che ne hanno bisogno. E' importante comprendere che se non ci si affida alle persone competenti nella valutazione e nella cura della mente si possono ottenere risultati imprevisti e dall'esito negativo, mettendo ulteriormente a rischio il proprio equilibrio psicologico.